Su Connottu

Ispirata all'omonimo dramma in due atti di Romano Ruiu (1972). E' l’aprile 1868 e Nuoro è sconvolta dalla sommossa popolare. Contadini e pastori, uniti nella ribellione, protestano contro la volontà del Consiglio Comunale che, ispirandosi alla Legge delle Chiudende, vuole privatizzare le terre pubbliche. "A su connottu" è il grido che scandisce la rivolta; è il grido di chi, di fronte a un avvenire preoccupante, difende con forza la “consuetudine” (il connottu) di un tempo non lontano, invocando il ritorno al sistema comunitario di gestione delle terre. 

© 2023 Silvia Canu